Visitare l’Olanda in 4 giorni

 

Cari amici sapete bene, che ormai da 3 anni vivo in Olanda, la mia amata e odiata patria dei tulipani (odiata solo per le condizioni climatiche decisamente insopportabili!). Quest’anno e precisamente solo la settimana scorsa, i miei sono finalmente venuti a trovarmi anche se purtroppo solo per 4 giorni. Ho programmato cosí un mini tour in modo da toccare le parti piú belle di questo meraviglioso paese, facendole conciliare anche con le distanze, considerando Eindhoven come punto di partenza.

Prima di partire per l’Olanda ci sono due cose che dovete assolutamente sapere:

Assicurazione medica in Europa prima di ogni cosa. Durante un viaggio in Europa di lunga o breve durata, avere

un'assicurazione medica é fondamentale in quanto gli imprevisti sono sempre dietro l’angolo.

Per godersi il viaggio bisogna partire senza pensieri e quindi mi raccomando non dimenticate di stipulare la vostra assicurazione.

Secondo consiglio importante partite sempre con un abbigliamento adatto alle 4 stagioni, meglio vestirsi a strati, l’Olanda è famosa per i noiosissimi sbalzi di temperatura.

Tornando a noi, la vacanza della mia meravigliosa famiglia è iniziata con la visita in un luogo a me molto caro: l’outlet di Roermond (ve ne avevo parlato qui)

Lo shopping è stato soddisfacente sopratutto per la principessa di casa, e siamo stati felici di fare un gustoso pit stop nel nuovo Starbucks!

Il giorno seguente abbiamo vissuto un’esperienza favolosa, siamo stati al Burgers’ Zoo inArnhem. (un’ora di macchina).

Nato addirittura 100 anni fa, (il 30 marzo 1913)lo zoo fu aperto da Johan Burgers, il primo proprietario e omonimo dello zoo di Arnhem, il parco da allora continua ad essere a conduzione familiare.

Un posto decisamente incantevole in cui é possibile visitare 45 ettari di zoo! Ogni parte di esso é divisa in habitat naturali, dedicati specificamente agli animali. Troverete il deserto, l’oceano , il safari  e le immense pianure con giraffe e rinoceronti.

La meraviglia di questo posto sta tutta nell’amore che viene trasmesso dagli addetti ai lavori agli animali, che vivono e giocano in un ambiente decisamente naturali.

Il posto è favoloso, adatto a grandi e piccini, la visita durerà mediamente dalle 3 alle 5 ore.

All’interno ci sono molto ristoranti ma vi consiglio di portare un pranzo al sacco, i prezzi non sono proporzionati alla qualità del cibo offerto (per lo più fritti).

      

Il terzo giorno abbiamo visitato Amsterdam, come prevedibile. Non si può venire in Olanda senza vedere la città più famosa di tutte!Amsterdam non è solo coffee shop e Vetrine, come purtroppo tutti pensano, ma è una città meravigliosa da visitare anche con la famiglia ( e in questo caso con bambini a seguito) .

In un solo giorno non si può vedere tutto ovviamente, ma se ci si organizza bene si può fare un mini tour della città che resti impresso nel cuore dei visitatori.

Noi abbiamo optato per l’utilizzo dei mezzi pubblici, abbiamo acquistato i ticket giornalieri e abbiamo potuto utilizzare tutti i mezzi spostandoci con facilità su e giú per la city!

Immancabili la visita a Piazza Dam, l’assaggio dei formaggi, quello delle patatine piú buone del mondo e la visita al mercato dei fiori passando per le viuzze della città.

Ogni volta che vado ad Amsterdam mi innamoro di più, dovete considerare però che é sempre abbastanza ventilata, per cui copritevi bene (mamma ad esempio ha avuto freddissimo). Per quanto riguarda i mezzi, vi consiglio di utilizzarli perchè sono efficienti e puntuali e vi permettono di spostarvi in facilità. Se volete acquistare souvenir state attenti, il consiglio è prenderli fuori dal centro, per avere prezzi piú vantaggiosi. E per il cibo, beh noi ci siamo trattati bene e siamo andati a mangiare una VERA pizza italiana da Pizza Baker, subito dietro l’ Heineken experience, il pizzaiolo è un nostro amico, italiano e bravissimo!

L’ultimo giorno invece abbiamo visitato Eindhoven. Oggettivamente non stiamo parlando nè di una grande città nè di una bella città storica, come la maggior parte delle altre città olandesi. Ma nonostante ciò Eindhoven ha il suo perchè. La giornata è iniziata con una buona colazione con vista nel bar del Blob. Dopo di che abbiamo girato per le vie del centro, abbiamo visto la vecchia fabbrica Philips in cui ora c’è un ristorante e i famosissimi Flying Pins(lo ricordate il mio post in merito?)

Visitare l’Olanda in cosí pochi giorni é difficile, viste le tante meraviglie, ma non é  impossibile. E’ stato bellissimo avere la mia famiglia qui anche se é la vacanza è davvero durata poco!

Se anche voi siete pronti per visitare il paese dei mulini a vento, beh allora fate tesoro di questi piccoli consigli per vivere a pieno (e meglio) questa vacanza bellissima!

Al Burgers’ Zoo indossavo

Bracciale S’agapo

Borsa Elodie Salce197

Tee Shein

 

 

Related posts:

Lascia un commento

commenti

11 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.