I cibi che mangeremo nel 2050

Amici quest’oggi vi voglio porre una domanda:riuscite ad immaginare quali saranno i cibi che mangeremo nel 2050? Lo so, detto così vi sembrerà folle e lontano, ma se ci pensate bene stiamo parlando di meno di 30 anni, un tempo che ci sembra lunghissimo ma che in realtà è davvero  molto breve se consideriamo vari rilevanti fattori che si stanno manifestando in questi ultimi anni.

Si tratta, a mio parere, di un argomento molto serio che va assolutamente affrontato in quanto la popolazione globale sta crescendo a dismisura e in aggiunta a questo, vanno citate altre due problematiche che potrebbe influire negativamente sulle abitudini alimentari dei prossimi 30 anni.

Sto parlando della crisi climatica che stiamo già “assaporando” e della crescita dei livelli di obesità,un problema davvero molto delicato:pensate che secondo l’organizzazione mondiale sanitaria i livelli di obesità sono triplicati dal 1975, un dato davvero raccapricciante! Ed è palese che una soluzione va trovata il prima possibile. Il 2050 rappresenta la data simbolo entro cui i Governi riusciranno a trovare una soluzione sia per le emergenze dovute alle condizioni climatiche e sia per quanto concerne l’aumento della popolazione e dell’obesità.

Leggevo che una ricerca ricerca condotta dal sito di casinò online* di Betway, ha fornito diversi trend che prenderanno vita da qui ai prossimi 30 anni e che cambieranno  per sempre le nostre abitudini alimentari:scopriamole insieme.

Tra i drastici cambiamenti che la popolazione vivrà, troveremo la scomparsa degli allevamenti di bestiame, in quanto gli esperti ritengon che le quantità attuali saranno decisamente insufficienti per sfamare la popolazione.

Anche i latticini scompariranno dalle nostre tavole e saranno sostituiti  da alternative vegetali come l’ avena,  la soia, la canapa e le noci.

Un altro fenomeno già in forte ascesa a Singapore, prenderà il sopravvento globale: e sto parlando della creazione delle carni in laboratorio. Un processo prodotto  in bioreattori senza la macellazione  degli  animali.

In sostanza cosa mangeremo nel 2050? 

Dal 2050, la vera protagonista diventerà la  coltivazione di microrganismi come funghi, batteri, lieviti, alghe e microalghe. Microorganismi ricchi di proteine ma senza grassi saturi.

Ora immagino che la domanda sia:ma il gusto ?

Lo so, cari  amanti del buon cibo, sarebbe a dir poco impensabile anche solo immaginare di dover  rinunciare al gusto e ai sapori che da sempre caratterizzano le nostre cucine ma , nonostante questi nuovi cibi sembrino tristi e insapore, la soluzione è una:la stampante 3D. Una rivoluzionaria tecnologia 3D  che sarà usata per replicare la consistenza, il gusto e i sapori del cibo così come lo conosciamo al momento.

Goal per il 2050

L’obiettivo  finale è addirittura eliminare del tutto l’obesità, migliorare il nostro clima riducendo le emissioni di gas serra derivanti dal settore alimentare, e la produzione di cibo realizzato da macchine.

Sicuramente un bel cambiamento che magari riuscirà davvero a migliorare il mondo in cui viviamo, non trovate?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

commenti

Tags from the story
, , ,
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.