Righe fiori e una nuova borsa Gianluca Ranieri

oroblu

Righe e fiori. Elementi contrastanti.Mondi paralleli, destinati a non incontrarsi mai.O forse si’. D’altronde è un pò come il sole e la luna: risplendono nel cielo a scandire momenti diversi. Eppure ogni giorno c’è quell’attimo in cui essi  riescono a guardarsi negli occhi nello stesso cielo. Quasi a salutarsi prima di darsi il cambio.Mondi paralleli che forse poi un giorno si incontrano, in qualche luogo, in qualche stagione, quasi a fare il punto della situazione.Come quegli occhi che hai incontrato quella sera sotto la pioggia, quando la citta’ era deserta. Lo ricordi bene. Lo ricordo bene. Pioveva a dirotto le mie  scarpe si erano bagnate totalmente e mi ero arrabbiata da morire perchè avevo lavorato un mese intero per poterle comprare. Eri li’ sotto la fermata del bus insieme a me, ci eravamo incontrati per caso, fra milioni di persone in una citta’ deserta. Ridevi come se il tempo non fosse mai passato per noi. Ridevi per le mie scarpe, costose e rovinate.Ridevi per il mio broncio, che non hai mai dimenticato.E all’improvviso ridevo anche io, perchè ti trovavo così buffo e trovavo cosi’ buffa quella circostanza. Io e te sotto la pioggia che ci bagnava il viso, ancora una volta lontani da casa.Una pioggia fredda, come quegli occhi azzurri che non potro’ mai dimenticare. Il tempo di due sorrisi e un rapido “Come stai?” e arriva il mio bus, ti saluto, velocemente, quasi con imbarazzo. Che strana sensazione provare imbarazzo con te con il quale ho trascorso un decennio della mia vita, vedi poi come tutto riesce a cambiare e cambiarci senza preavviso.La citta’ è grande ma sono certa che ci rivedremo presto.Lo so, ovunque noi saremo, ci sara’ per sempre qualcosa che ci permetterà di essere vicini, nonostante il dolore. Nonostante tutto. Mi siedo, l’aria calda che circola nel bus mi dà sollievo. Cerco di asciugarmi i capelli con la sciarpa, senza successo. Guardo il mio viso bagnato e  riflesso nel finestrino e rivedo i tuoi occhi. Io e te siamo come le righe e i fiori. Uno così schematico, l’altro così romantico. Due elementi contrastanti appunto. E sorrido. Magari è vero che gli opposti si attraggono.Ripenso a quella volta che eravamo a cena insieme, nel mio ristornate preferito.Quando non esisteva nient’altro che noi. Indossavo un abito in seta e aveva le righe e i fiori, uniti dalla stessa stampa. E questo mix non convenzionale dava vita ad un abito unico nel suo genere, forte e romantico allo stesso tempo, proprio come eravamo noi.Anche quella sera avevamo riso molto, per via della mia nuova borsa, l’ultima new entry della mia immensa collezione. Ti avevo parlato a lungo del brand Gianluca Ranieri, dell’altà qualità dei materiali, del Made in Italy e della capienza della borsa. E tu avevi sorriso. Mi avevi presa in giro, come facevi sempre. ” Prima o poi finirai a vendere borse in una bella boutique del centro, e allora si’ che sarai felice” Questo mi ripetevi. Non c’eri andato molto lontano. Forse eri più lungimirante di me. Sorrido, sono arrivata a casa. Scendo dal bus.Leggo un tuo sms. Solo un bacio. Non sei mai stato di tante parole tu. Non ti rispondo.Rimetto velocemente il telefono in borsa, prendo le chiavi e sorrido.C’è ancora qualcosa che mi emoziona.Salgo le scale velocemente e penso. Ti penso. Penso a noi.Forse chi lo sa, la perfezione e’ data dall’unione di varie imperfezioni. E magari la felicità non è nient’altro che un mix di righe e fiori su un abito romantico da indossare una sabato come tanti, in una città come tante.

oroblu dressa2e38437-d3a4-44b4-b9f8-4e5a7ed345b803c81067-d0f5-40d2-ba62-49335b74fac43aa6de5c-5a4f-4579-bde5-3a1dc25b70d4

 

 

Stripes and flowers. Two different elements, destined never to meet again .Perhaps . Anyway, it’s a bit like the sun and the moon shine in the sky to mark different times. But every day there is a little moment in which they are togheter in the same sky. Different worlds that maybe one day , somewhere, in some seasons, they will meet again. As those eyes you met that night in the rain, when the city  was empty. I remember well. I remember it well. My shoes were completely wet and I was angry  because I had worked a whole month to buy them. You were there under the bus station with me, we met by chance, among the millions of people in a empty and cold city. You laughed. Laughed for my shoes, expensive and wet.Suddenly laughed too, because  was a  funny situation for both .You and I under the rain, once again far from home.A cold rain, as those blue eyes that I can’t forget. A quick “How are you?” and get my bus, I went away, quickly, almost with embarrassment. What a strange feeling to be embarrassed with you ( I spent a decade of my life, then see how everything can change and change us ).The city it is great but I’m sure we’ll meet again soon.I  know, everywhere we will be, there will always something that will allow us to be close, despite the pain. Despite all. I sit down, the warm air in the bus gives me relief. I try to dry my hair with a scarf, without success. I look at my face wet and reflection in the window and I see your eyes. You and I are like the stripes  and flowers. One so schematic, the other so romantic. Two contrasting elements. And I smile.  I  thought when we were at dinner together. I worn a silk dress with stripes  and flowers, united by the same print. And this unconventional mix gave life to an unique, strong and romantic at the same time outfit , just as us.That night we laughed a lot, because I told to you about my  my new bag, the latest  of my immense collection . I told you about the brand Gianluca Ranieri, high-quality materials, Made in Italy and the capacity of the bag. And you were smiling.”Sooner or later you’ll selling bags in beautiful downtown boutiques, and then you will be happy” you said  to me. I smile, I got home. I get off the bus.I see your sms. Only a kiss. You’ve never been  a men with too much words. I don’t want to answer you.I put  quickly the phone in my bag, I take the keys and smile.I go upstairs quickly and I think. I think about you. I think about us. Maybe the perfection is the results of various imperfections. And maybe happiness is only a mix of stripes and flowers on a romantic dress to wear a Saturday night like any other, in a city like many others.

gianluca ranieri borsa 95b6e3f1-0ddc-4d3b-87b3-1a67c37d6549 613236d5-ce79-4a4e-8263-215eaff145da5dfa68f1-2502-45d1-a94b-ea6c7ea2771a 46c2ff31-ff99-4136-8d05-3f144a73018f

I wore:

Dress Oroblu

Watch  Dancing Liu-Jo Luxury

Boots Nila & Nila 

Bag Gianluca Ranieri

Ph tks Rosa Oliviero

 

Lascia un commento

commenti

21 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.