Cambiamenti e disegni geometrici per un abito bianco e nero Bighet

abito bighet

Cambiare fa paura. Nessun’affermazione e’ stata mai piu’ vera.Ogni volta che la vita ci pone davanti ad un bivio la paura ci assale. Paura di fallire, di sbagliare. Paura che cio’ che sceglieremo sara’ quello che ci fara’ piu’ male. Ma anche rimpianto, perche’ infondo sappiamo di dover accantonare un’altra possibilita’. Forse l’unica possibilita’ di essere felici. Non sappiamo mai cosa ci riserva la vita. E’ sempre un ‘incognita. Come quando sei fermo alla stazione e passa il tuo treno, non sai mai dove di portera’, ma stai pur certo che se salirai convinto della tua scelta, allora qualcosa di buono la ricaverai. Abbiamo cosi’ paura di cambiare, di stravolgere le nostre abitudini, la nostra vita che spesso ci ritroviamo rinchiusi in una gabbia che ci pare dorata ma in cui la felicita’ e’ solo un’utopia.Prigionieri delle nostre stesse scelte, attori non protagonisti della nostra vita. Solo per paura. Paura di rischiare. Paura di osare. Paura di cambiare. Ma infondo nel grande dolore del cambiamento una nuova  felicita’ e’ ben nascosta per tutti i temerari e i cuori impavidi che decidono di rischiare.Come quando in un caldo giorno d’estate all’improvviso arriva la pioggia. Fresca.Quasi fredda. Ma i temporali estivi durano poco. Il sole ritorna presto a risplendere giallo dipinto in un cielo blu senza nuvole. E che bella sensazione la pelle che si riasciuga e i capelli incollati al viso che riprendono forma e quel sorriso che solo una sensazione cosi’ forte puo’ darti. Avete mai pensato a che bella emozione e’ questa? Come quando dopo una ripida salita ci si trova  difronte ad un panorama mozzafiato e improvvisamente la fatica scompare.E’ cosi’, alla fine del tunnel c’è sempre il sole ad accoglierci.E’ vero, cambiare fa paura, ma alla fine spesso e’ necessario per ritrovare la felicita’ perduta.Perche’ cambiare fa bene. Mai essere scontati, mai essere convenzionali, mai accontentarsi. Cosi’ come questo abito dai colori classici, bianco e nero, ma dalla forma e dal pattern molto 70’s per niente convenzionale. Bighet, questo e’ il nome del brand dell’abito, e’ pensato proprio per donne come me. Dinamiche, mai scontate e propense a rivoluzionarsi e cambiare ogni qual volta la vita lo richiede. Perche’ cambiare fa paura e’ vero, ma diciamoci la verita’ e’ un salto nel buio che si deve fare. E’ quel gap necessario nella vita di ogni persona. Necessario per diventare migliori.abito bighetunnamed (6)unnamed (5)

 

I wore:

Dress Bighet

Boots Albano

Tights Emilio Cavallini

Bag Micheal Kors

PH thanks to Rosa Oliviero

 

unnamed (7)

Read my article in English using Google Translate on my home page!

 

unnamedunnamed (3)

Lascia un commento

commenti

15 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.