Una tuta Chic e slipon argentate

compelto risskio

Da dove vengo io il centro della città è raggiungibile con 15 minuti di sana camminata. Nella mia piccola Battipaglia tutti conoscono tutti, e tutti sanno tutto di tutti…o a volte fingono di sapere In ogni la città è piccolissima, è tutto alla portata di mano ma io da bambina sognavo di andare via, in una bella città magari più grande, più caotica, più interessante.Sognavo di diventare una donna di successo in carriera magari, ogni giorno vestita bene, sempre impegnata per lavoro e sempre in balìa di mezzi di trasporto. Mi vedevo correre fra la gente con il mio mio Sturbucks fra le mani, la musica nelle orecchie e lo sguardo fisso sul tabellone degli orari. Ma la verità è che lo sognavo intensamente perchè infondo, la mia paura più grande è viaggiare da sola perchè le persone sui treni non si parlano mai. O almeno lo era. Lo era perchè alla fine, per la legge di attrazione o per qualche fortunata coincidenza, il sogno si è realizzato. Da qualche mese ho un nuovo lavoro, come sapete e ogni giorno mi affido alla puntalità di dei bus e dei treni. Sono passata dalla fase in cui “non prendo mai un treno da sola” a ” senza un treno non posso vivere”. Le mie mattine alla stazione mi hanno insegnato tanto. Seduta sulla panchina ascolto la musica ad alto volume e aspetto il mio treno. Sono come immaginavo. Vestita bene, sorseggio il mio Caramel Macchiato e mi guardo intorno. Tutti intorno a me sono assorti nei propri pensieri, corrono con lo sguardo basso senza guardare le persone intorno. Nelle stazioni le persone sembrano robot, prive di emozioni, prive di sensazioni. Tutti in fila per salire sul treno. Tutti seduti nella carrozza silence e tutti con lo sguardo fisso sul cellulare. La vita di un pendolare è monotona, è vero. Il tragitto è sempre lo stesso.Il paesaggio è sempre lo stesso. Gli orari sono sempre quelli. Perfino il caffè ha sempre lo stesso sapore. Stesse persone, stesse esigenze di mattina e di sera. Eppure fuori dai loro uffici sono persone allegre, hanno amici, famiglie…li guardo e mi chiedo perchè è così difficile per un pendolare socializzare? Cosa c’è di piu’ bello di scambiare due chiacchiere con il vicino di sedile e scoprire così una nuova realtà. Ognuno di noi ha un universo dentro di sè, perchè è così difficile condividerlo? Oggi mi spoglio dai miei abiti scuri, indosso una tuta chiara chic e slipon argentate.Mi reco alla stazione accompagnata dal sole,  e con uno spirito nuovo. La musica mi accompagna come sempre e guardano fuori dal finestrino. Paesaggi meravigliosi scorrono davanti ai miei occhi. All’improvviso sorrido e la signora seduta difronte ricambia il mio sorriso. Com’era quella canzone? “che bello è….mi fa sentire che basta un giorno così per cancellare 120 giorni stronzi” (883)

risskio abea34fd-790b-4142-9a65-707d6a6643af ea8ff3e8-b7c4-428d-85d1-d7dc5d4c0863risskio

I wore:

Total look Risskio

Slipon Victoria

POP BAG BY J&C

 

risskio 60b87669-b04b-40e5-8d7e-5306ffb5090c (1)edee646a-1cf8-4cbc-9045-f398ec8bef61

Lascia un commento

commenti

Tags from the story
, ,

27 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.