Come abbinare gli champagne al cibo.

Se vi dico “Champagne” a cosa pensate?

Sicuramente ad un aperitivo chic o ad un occasione speciale vero? Ed invece oggi vi voglio parlare di come abbinare questa bevanda fancy anche ad occasioni meno formali.

Forse non tutti sanno che lo Champagne si abbina benissimo a tantissimi cibi, infatti in molti casi le bollicine esaltano il gusto delle pietanze stimolando la scoperta di dettagli degustativi  che con altri abbinamenti andrebbero persi.

Ma quali sono i cibi piú adatti all’abbinamento con lo champagne?Scopriamoli insieme in questo post!

Dal mare alla tavola:mai senza bollicine

Si sa che il pesce ė senza dubbio la miglior pietanza con la quale abbinare lo champagne.Via libera alla combo con frutti di mare,gamberi, scampi e capesante. A mio parere il miglior abbinamento ė quello che vede come protagonista uno Champagne a base di Chardonnay ( che enfatizza i sapori) con l’aragosta grigliata:una delizia.

Champagne d’apertura durante l’ape.

Stanchi delle solite bevande “da aperitivo”?Lo champagne é la validissima alternativa  che saprà esaltare i sapori del finger food da aperitivo. Buonissimo l’abbinamento con il grana o i formaggi dal sapore intenso in generale ( come anche quello di capra).

 

Champagne & affettati

Senza ombra di dubbio il mio abbinamento preferito ė quello che prevede le bollicine accompagnate agli affettati e nello specifico con la mortadella e il prosciutto crudo.  Il sapore ricco della mortadella bilancia le bollicine in una maniera estasiante mentre la stagionatura del prosciutto esalta al meglio l’aroma della bevanda stessa.

Champagne e curiostà

Una volta che abbiamo scelto l’abbinamento con i nostri cibi preferiti, dobbiamo  assolutamente concentrarci su  qualcosa che io stessa ho scoperto di recente:ovvero i benefici dello champagne.

Bere champagne, infatti, ha molteplici benefici ad esempio:

ė disintossicante: aiuta infatti ad  espellere  le tossine dal’ organismo.

ė antiossidante: abbassa la pressione, che ė davvero un aspetto molto importante.

Last but not least ė dimagrante:sapevate che in un calice  di Champagne ci sono  SOLO 80 calorie?Favoloso!

In piú nella scelta del vostro Champagne, c’ė un aspetto importante che non deve essere sottovalutato:il dosaggio.

Il dosaggio é il tocco finale che il produttore decide di trasmettere al consumatore durante la produzione, esso ha ha un ruolo significativo bell’esperienza sensoriale perché definisce bene il gusto del prodotto.

Dosaggio zero o Pas Dosé.

Il dosaggio indica uno Champagne classico a cui non ė stato applicato il metodo del rabbocco con doppio dosaggio.

Ma cosa significa?Per utilizzare parole semplici si tratta di un vino a cui   non ė stato aggiunto il “liqueur d’expedition”( un composto di zucchero di canna disciolto nel vino) nel processo di lavorazione.

Per quanto riguarda i  pas dosė invece, posso dirvi che sono conosciuti anche come i “non dosati” e sono assolutamente i più pregiati, perchė puri.

Insomma grazie alla maestria dei produttori abbiamo la possibilità di esplorare una vastissima gamma di sapori in modo da creare abbinamenti perfetti con le pietanze.

Spero che con questo post vi sia stata d’aiuto  e che abbia portato un pó di bollicine anche nella vostra vita 🙂

Lascia un commento

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.