Impara a preparare ottimi smoothies e frullati proteici

Le proteine sono i “mattoncini” con cui il nostro organismo costruisce i tessuti. Sono quindi indispensabili per raggiungere il benessere. 

Se tendi ad assumere poche proteine con la tua normale alimentazione, niente panico: puoi aiutarti con i preziosi frullati proteici, da consumare a colazione o come snack nel corso della giornata. 

Perché bere i frullati proteici?

 

I frullati proteici sono tra i cibi preferiti da chi svolge professioni che richiedono la massima attenzione: atleti, persone che fanno i turni di notte e persino giocatori di poker. Non a caso il food truck salutista “All American Dave” offre questi smoothies a Las Vegas proprio di fronte ai maggiori casinò. 

Oltre a fare bene al cervello, i frullati di proteine aiutano ad aumentare la massa muscolare, riducendo quella grassa e migliorando la silhouette. 

Attenzione, però, ai frullati in polvere e agli smoothies confezionati: possono contenere molti conservanti! Meglio sempre preparare i frullati proteici in casa, con l’aiuto di ingredienti nutrienti come il latte di soia, l’avocado, il burro di arachidi e lo yogurt greco. 

Ecco alcuni alimenti da inserire nel tuo smoothie proteico:

Il latte di soia, ricco di aminoacidi e povero di grassi saturi

Il latte di soia, si sa, è particolarmente amato dalle persone intolleranti al lattosio, che grazie a questo alimento possono continuare a godersi cappuccini e caffè macchiati. Questo latte vegetale, però, fa bene a tutti: ha poche calorie e molti nutrienti.

Il latte di soia è ricco di aminoacidi essenziali, grassi insaturi (quelli buoni) e fitoestrogeni utili per il controllo dei sintomi della menopausa. È invece povero di grassi saturi ed ha un indice glicemico basso, a meno che non abbia zuccheri aggiunti. In caso di diabete o diete ipocaloriche, quindi, è imperativo controllare sempre l’etichetta del prodotto che si sta acquistando, per evitare spiacevoli sorprese.

Questo tipo di latte vegetale contiene inoltre vitamine del gruppo B e ferro. Puoi utilizzarlo nei tuoi frullati come se fosse il tradizionale latte vaccino, abbinandolo ai frutti che più ti piacciono: mela, banana, pesca, fragole…

Lo yogurt, che fornisce proteine al tuo organismo e riequilibra l’intestino

Un’altra preziosa alternativa al latte vaccino, da aggiungere ai tuoi smoothies, è lo yogurt bianco. Ricco di fermenti lattici vivi, questo alimento è noto per le sue proprietà benefiche sull’intestino.

Inoltre, lo yogurt contiene sostanze che rafforzano il sistema immunitario, come le batteriocine. Se consumato tutti i giorni, aiuta l’organismo a fare il pieno di calcio, vitamine del gruppo B e proteine. 

Nei frullati lo puoi utilizzare al posto del latte, abbinandolo alla frutta o al cacao magro. Attenzione, però: scegli lo yogurt naturale, privo di zucchero e dolcificanti artificiali!

L’avocado, delizioso e nutriente

Con il suo sapore dolce, l’avocado conquista davvero tutti, grandi e piccini. Non solo: è ricco di proteine ed altri nutrienti preziosi. Contiene grassi monoinsaturi che aiutano ad abbassare il colesterolo, inoltre fornisce all’organismo una buona quantità di potassio, utile per prevenire stanchezza e crampi muscolari, fibre e vitamine.

Questo frutto è ottimo per insaporire i tuoi frullati, in abbinamento ad altri cibi ricchi di proteine come il latte di soia. 

Il burro di arachidi, dal sapore goloso

Famosissimo in America, il burro di arachidi è sempre più comune anche in Italia. Questo prodotto gustoso è perfetto non solo spalmato sul pane al posto della Nutella, ma anche per arricchire un frullato con i suoi nutrienti. Piace moltissimo anche ai bambini, che lo apprezzeranno come alternativa alle creme spalmabili industriali, spesso piene di conservanti. 

Il burro di arachidi è ricco di grassi buoni che danno energia senza danneggiare linea e salute. Contiene fibre, potassio, magnesio e preziosi antiossidanti per mantenersi sempre giovani. 

L’avena, il cereale più ricco di proteine

Questo cereale così comune sulle nostre tavole contiene proteine, fibre e carboidrati per dare energia al nostro corpo. È un alimento molto apprezzato dalla comunità vegana per il suo contenuto di lisina, un aminoacido essenziale che aiuta a sintetizzare le proteine. 

Oltre ad essere buona nel latte al posto dei corn flakes, l’avena si può utilizzare nei frullati a base di frutta, per aggiungere proteine e carboidrati a lenta digestione. Provala in abbinamento a banane, mandorle, yogurt e latte di soia.

 

Lascia un commento

commenti

Tags from the story
, ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.