Sognando la Sardegna

Care amiche in quetso periodo di Covid, i viaggiatori accaniti come me si sentono terribbilmente in gabbia. Questo “divieto”giustificato di viaggio ci rattrista molto soprtautto per chi ama esplorare nuovi luoghi e lasciarsi incatare dalla meraviglia della scoperta di città lontane che avevamo visto solo sui libri di geografia.

Nonostante le difficoltà del momento, non biosgna perdere la sepranza, perchè tutto questo presto passerà e, oltre a tornare ad abbracciarci e abbracciare chi amiamo, torneremo anche a fare le valogie.

Per la prossima estate sogno la Sardegna, prima di tutto per favorire lo sviluppo dopo questa crisi delnostr Bel Paese, ma anche perchè la Sardegna, a mio parere, è uno dei posti più belli dove l’acqua cristallina si fonde coi cieli azzurri, il cibo è buono e c’è tanta possibilità di combinare una attiva movida ad escursioni culturali in posti mozzafiato.

Non è mai troppo pretso per programmare le vacanze e mai come quest’anno è bene farlo in anticipo anche per offrire a noi stessi la possibilità di viaggaire, almeno con la mente, e creare una piacevole aspettativa per le nostre vacanze estive.

 

Come spostarsi sull’Isola

Il miglior modo per scoprire bene l’isola è sicuramente quello di spostarsi con itraghetti, per cui potete dare un’occhiata su www.traghetti-sardegna.it , che appunto permettono di raggiungere anche le piccole isole che si trovano vicino alle coste, delle vere perle da esplorare. per farvi un breve esempio, vi nomino l’Isola La Maddalena che si raggiunge da Palau dove ogni giorno partono traghetti che raggiungono le isole di Santa Maria  e Spargi, posti davvero incantevoli.

Cosa vedere

Sempre con l’utilizzo dei traghetti è possibile raggiungere due meravigliose isole: l’Isola Piana e quella Isola dei Cavalli. Due luoghi paradisiaci perfette per gli amanti delle immersioni e dello snorkeling. Aree protette di Tavolara, queste due perle della nostra terra si caratterizzano per le acque cristalline che lasciano agli occhi un panormama azzurro mozzafiato  e spiaggie bianche dove rilassasri e godersi la vacanza nel vero senso della parola.In queste acque tra l’altro è possibile lasciarsi incantare da  antichi relitti come quello di Molara, che giace a circa 40 metri di profondità.Un’imbarcazione di circa 70 metri che risale  alla fine del XIX secolo,  affondato da un sottomarino ingleseduramte  corso della seconda guerra mondiale.

 

Cosa mangiare 

La Sardegna ha una fortissima cultura culinaria famosa in tutto il mondo. Si parte dal celeberrimo pecorino al fiore sardo, dal carciofo spinoso allo zafferano, dalla bottarga ai vini.  Cucina tradizionale fatta in casa dalle nonne e tramandata alle generazioni in cui spiccano anche il famoso pane  carasau, la fregula e i culurgiones, uana pasta ottima che mangio sempre con tantissimo piacere e gusto. Insomma, quello che di certo dovete sapere è che su questa isola mangerete davvero super bene in ogni singolo angolo!

 

Non solo mare

Come vi dicevo, non solo le acque cristalline ma anche vere e proprie oasi di relax, caratterizzano questa mèta sempre più ambita da tutto il mondo.Fin dall’antichità il popolo sardo giovava delle acque termali .Strutture all’avanguardia vi offriranno il relax a cui tutti aspiriamo quando decidiamo di andare in vacanza.

 

Un tuffo nella cultura

E se non siete troppo rilassati potete fare un tuffo nella cultura meravigliosa di quetsa terra. Dall’epoca nuragica  fino ad oggi, questa isola ha conservato un patrimonio culturale immenso e famoso in tutto il mondo, in grado di emozionare i locali e i turisti in maniera eccezionale. Festival, sagre, riti antichi e cinema sotto le stelle, vi allieteranno le vostre vacanze. E ci faranno ritornare a sorridere dopo questo strano e complesso momento in casa.

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

commenti

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.