Trend Allert inverno 2018:animalier

L’animalier è, insieme al tartan , la vera tendenza di questo inverno 2018.

Outfit grintosi caratterizzati da questa stampa sono presenti ormai ovunque, dallo street style alle ultime fashion week.Si tratta di un trend che come spesso capita nella moda, abbiamo visto già negli anni 90 , ricordate?

Bene se all’epoca avevate seguito già la tendenza, questo è il momento esatto per rispolverare i capi stampa leopardata, maculata o zebrata!

Ma quali sono i capi must have animalier da avere assolutamente nell’armadio?

Il primo fra tutti è senza ombra di dubbio:l’abito animalier, non solo nelle versioni stampa classica ma anche nella nuova versione maculato rosso proprio come quello che indosso in questi scatti.

L’abito animalier è una scelta assolutamente alla moda ma bisogna abbinarlo agli accessori giusti per ottenere un look sofisticato e non eccessivo.

Via libera boots e anfibi per il giorno e tronchetti per la sera, il segreto, come in tutti i casi, è quello di non esagerare soprtautto con i colori.

L’animalier è una bellissima tendenza ma ricordate di scegliere un solo capo da indossare con questa stampa!

Quindi:

NO ai total look da regina della foresta, accessori troppo colorati o peggio ancora maculati e SI alla sobrietà, un passepartout è il nero, nostro salva outfit da sempre.

Se non volete azzardare con gli abiti potete optare per la scelta di un accessorio che possa rallegrare un total black appunto. Una scarpa maculata, uno scialle o anche una bellissima camicetta( un bel capo strategico da indossare dall’ufficio all’aperitivo).

In questo look di pochi giorni fa,come vi dicevo, vi mostro il mio abito animalier con sfondo rosso di Minueto.L’ho abbinato ad accessori neri con un solo tocco estroso rappresentato dalla FLASH bag che fa parte delle ultime nate in casa del brand spagnolo:una collezione di borse alla moda e pratiche pensate per donne giovani e dinamiche.

   

I worn:

Red Leo Dress Minueto

Flash Medium Bag Minueto

Sunnies Jeepers Sunglasses

Ph Tks Riccardo Calabrese

 

 

Lascia un commento

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.